Canna fumaria: normativa da rispettare per l’installazione

Canna fumaria: normativa da rispettare

Se desiderate installare una canna fumaria per pizzeria, ristorante o qualsiasi attività commerciale, potete farlo tranquillamente, a meno che non sia diversamente specificato nel regolamento condominiale. Quindi, una volta accertato che il regolamento condominiale non vada contro le vostre necessità, potete installare la canna fumaria, anche qualora uno o più condomini esprimano la propria opposizione. Infatti, anche se la canna fumaria dovesse coprire la visuale di un appartamento, sarà sempre vostro diritto installarla, sempre che non alteri l’estetica del condominio.

Distanza della canna fumaria

È bene sapere che chiunque installi una canna fumaria in un condominio deve rispettare le norme in materia di immissioni intollerabili, per non essere nociva alla salute di tutti i condomini.
Se possedete una canna fumaria per un ristorante o pizzeria, dovete far riferimento all’art. 890 c.c., che prevede che chiunque decide di installare una canna fumaria “deve osservare le distanze stabilite dai regolamenti e, in mancanza, quelle necessarie a preservare i fondi vicini da ogni danno alla solidità, salubrità e sicurezza”.
È anche importante che la canna fumaria rispetti il decoro architettonico del condominio e dia la possibilità a tutti i condomini di usufruire del muro del fabbricato, anche per l’installazione di un’altra canna fumaria.

Altezza della canna fumaria

Se decidete di installare una canna fumaria per ristorante o pizzeria dovete porvi anche questa domanda: a quale altezza deve essere installata la canna fumaria? Sicuramente deve essere sempre portata almeno un metro al di sopra del tetto del condominio, anche se vi consigliamo di consultare il regolamento edilizio locale del Comune nel quale l’immobile è ubicato per essere certi di cosa prevede la normativa relativa all’installazione di una canna fumaria.

Manutenzione e pulizia della canna fumaria

La manutenzione e la pulizia della canna fumaria sono disciplinate dalla normativa UNI 10683, che stabilisce che la canna fumaria debba essere pulita una volta l’anno da personale qualificato.
Per la manutenzione e la pulizia della canna fumaria, infatti, vi consigliamo di contattare uno spazzacamino con una licenza regolare, il quale vi dovrà rilasciare un certificato di conformità, che vi permetterà di essere tutelati nel caso di un incendio della canna fumaria.